La Gelmini e i sindaci del Garda scrivono al Governo perché finanzi urgentemente il nuovo collettore del lago

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. claudio ha detto:

    Se davvero si tenesse tanto alla “salvaguardia del territorio e delle acque del Garda”, come recita il pomposo titolone del progetto, si imporrebbe una moratoria alla devastante cementificazione dei comuni lacustri. E invece niente: avanti così, anzi più cantieri di prima. E avanti con il collettore da 220 milioni di euro. Su questo, sono tutti d’accordo

Lascia un commento

Translate »