Malcesine: frana il Baldo a San Michele. Ma intanto Comune e Regione hanno declassato il rischio “frana attiva” del Piano idrogeologico

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Ciro ha detto:

    La Regione ha accordato, a seguito delle richieste delle precedenti amministrazioni, una revisione della perimetrazione del PAI, per altro non ancora andata in vigore. Ma nella delibera regionale è prescritto che il Comune si impegna ad un monitoraggio costante e continuo, pena la revoca della revisione accordata. Ma, portato a casa il provvedimento, poi nessuno ha provveduto a monitorare niente, ne l’ opposizioni (leggi Nicola Marchesini) ha mai provveduto a sollevare il problema.

  2. Michele Benamati ha detto:

    Mi pare davvero esagerata l’affermazione di un boato che ha “sconvolto” Malcesine. Io, ad esemio, non me ne sono nemmeno accorto anche se abito sulla Panoramica.
    Per la riperimetrazione del PAI è stato condotto uno scrupoloso studio da parte di geologi incaricati dal Comune che hanno escluso alcune zone che non presentavano rischio (es. Dos de Pis) e ne hanno addirittura inserite altre che prima erano escluse. Lo studio è poi stato verificato dal Servizio Difesa del Suolo della Regione che ha apportato ulteriori modifiche. Comunque nè il Pai originario, nè le successive modifiche hanno mai riguardato la Co’ da Piombi dove si è verificato il
    distacco e alla cui base non ci sono costruzioni.

Lascia un commento

Translate »